I Solitari (Recensione #117)

I GIOCHI IN SOLITARIO

Parlare di solitari nell’ambito dei giochi di società può far rimanere perplessi, ma la modalità “solo” viene studiata anche nei recenti titoli (Nemesis attualmente in fase di produzione), per assecondare quella voglia di sfida innata in taluni giocatori.
Mi trovo spesso a giocare da solo, non mi ritengo sfortunato o sfigato per questo e mi piace sfidare la fortuna o me stesso (omettendo che in solitario ho anche fatto partite a S.p.q. Risiko!).


In verità molti titoli collaborativi permettono di essere giocati in solitaria, interpretando più ruoli o gestendo più personaggi. In fin dei conti è il gioco il nemico da battere.
Ne fanno da esempio i seguenti giochi della mia collezione:

The Game
Robinson Crusoe – Viaggio nell’isola maledetta
L’isola proibita
Pandemia
Dungeon Fighter
Mice and Mystics
Fuse
Sherlock Holmes : Consulente investigativo
Ta Pum!
Tiny epic defenders

Non tutti i collaborativi però possono essere giocati in solitaria come ad esempio Hanabi e The Mind.

Di titoli competitivi in modalità solitario ce ne sono in quantità minore, ma comunque possono essere trovati in discreto numero :
Sagrada
Room 25
Pocket Mars
Passa parola
Jenga
Animali da record

Poi esistono i solitari puri, studiati esclusivamente per essere affrontati da un solo giocatore:
Venerdì
Austerity
Zombie in my pocket

dove la fortuna ha un notevole peso, mentre ad alea completamente azzerata e facendo invece fronte solo alla logica ci sono i così chiamati Puzzle Game.
La Smart Games ne ha pubblicati alcuni e presentano rompicapo da risolvere posizionando o muovendo tessere e/o pedine.
Suggerisco di affrontare le sfide assieme ai più piccoli o lasciarli giocare in modo da sviluppare in loro la logica.
Vediamo a grandi linee quelli in mio possesso :

 

Jump In
da 7 anni in su
60 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare, posizioniamo sulla plancia eventuali funghi, volpi e conigli.
Lo scopo del gioco è portare tutti i conigli dentro le tane. Particolarità è che si muovono solamente saltando ostacoli ortogonalmente.

I funghi non si muovono e le volpi possono scorrere avanti e indietro.

Animali estremamente ben realizzati e robustezza del gioco lo rendono adatto ai più piccoli, ma occhio alla dimensione dei coniglietti.

 

Little Red Riding Hood
da 4 anni in su
48 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare, posizioniamo sulla plancia la casetta della nonna, eventuali alberi, cappuccetto rosso e il lupo se presente.
Lo scopo del gioco è quello di collocare le tessere “strada” al fine di creare un percorso continuativo tra i personaggi e la casetta.


Ottimo per bambini, i pezzi non sono particolarmente piccoli.

 

Ghost Hunters
da 6 anni in su
60 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare posizionando la relativa tessera sulla plancia, dovremo collocare le tessere con impresse torce elettriche in modo da “illuminare” tutti i fantasmi stampati.
Ottimo anche per i piccoli.

 

Walls & Warriors
da 8 anni in su
80 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare, posizioniamo sulla plancia i cavalieri colorati come imposto dallo schema.
Lo scopo del gioco è quello di collocare le tessere “mura” al fine di racchiudere i cavalieri blu e lasciare fuori dal castello quelli rossi.

Temple Trap
da 7 anni in su
60 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare, posizioniamo sulla plancia le tessere e l’esploratore come da schema imposto.
Muovendo le tessere come nel “gioco del 15”, dovremo creare il percorso che permetta all’esploratore di uscire dal labirinto. Particolarità è che l’esploratore blocca la tessera sulla quale è posizionato e potrà muoversi di tessera in tessera per il percorso a lui consentito quando vorremo.

Il labirinto è su due livelli e l’uscita sta “sopra”, raggiungibile solamente tramite le scale.

Immagino l’esploratore entrare alla base del tempio e la porta che improvvisamente gli si chiude alle spalle. Unico modo d’uscire è salire i piani del tempio fino all’uscita finale all’ultimo piano.

 

 

 

Dinosaurs Mystic Islands
da 6 anni in su
80 livelli a difficoltà crescente

Scelto il livello da affrontare, collocheremo le tessere “isola” al fine di ricreare lo schema imposto. Regola fondamentale è che sulla medesima isola non potranno coesistere dinosauri di diverso colore.

 

Vi consiglio di cimentarvi in qualche sfida dei puzzle game. Magari i primi livelli fileranno via lisci lisci… lasciando poi posto a snervanti arrabbiature con l’aumentare della difficoltà :D.

Premesso tutto questo vi invito comunque a cercare di trovare compagni di gioco, anche nei solitari e sfidarvi a chi fa meglio.

 

 

Di seguito i video esplicativi linkati al canale youtube della SmartGames :

  • Jump In : QUI
  • Little Red Riding Hood : QUI
  • Ghost Hunters : QUI
  • Walls & Warriors : QUI
  • Temple Trap : QUI
  • Dinosaurs Mystic Islands : QUI

 

 

 

 

Le foto sono state reperite dal sito smartgames.eu e possono non riferirsi all’edizione posseduta nella mia collezione.

Il solitario proviene da gemperles.it

L’uomo solo nel deserto è reperito da : impressioni . blog . kataweb . it

Tutti i diritti di queste sono riservati ai rispettivi proprietari. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.