Recensione #89 : Si, oscuro Padrino!

SI, OSCURO PADRINO!

Da 5 a 11 giocatori del 2007 da 25 minuti

Età consigliata da 10

Designer: Gianluca Santopietro

Publisher: Stratelibri

Contenuto:

  • 110 carte a colori illustrate di cui :11 carte Personaggio, 11 carte Borse, 84 carte Scusa, 3 carte Umore, 1 carta Sentenza14 segnalini “goccia d’acqua”;

Panoramica e descrizione in breve :

Il gioco è una variante di tema sul più conosciuto “Si, Oscuro Signore!“.

Un giocatore interpreterà il ruolo del capo famiglia, il padrino e avrà a disposizione 3 carte umore di diverso colore che ne definiscono il livello di arrabbiatura:

Verde : Sereno

Giallo : Arrabbiato

Rosso : Furioso

Eh si, il malavitoso è molto adirato perché ha scoperto che la borsa contenente il malloppo è stata rubata da una persona molto vicina a lui!

Gli altri giocatori interpreteranno un componente della famiglia o della banda e ognuno di loro potrà venire in possesso del denaro.

I personaggi a disposizione sono in ordine:

  1. Gorilla
  2. Moglie
  3. Contabile
  4. Figlia
  5. Autista
  6. Cameriera
  7. Avvocato
  8. Amante
  9. Killer
  10. Figliastra

Ogni personaggio ha un proprio “preferito” da proteggere che è quello successivo, sul quale non potrà mai scaricare la colpa.

I giocatori, in base al numero, dovranno scegliere sempre i personaggi in ordine. Ad esempio se giocassimo in 6 ci saranno Boss, Gorilla, Moglie, Contabile, Figlia e Autista con quest’ultimo che avrà come personaggio prediletto il Gorilla, chiudendo il cerchio.

Il gioco si svolge inventando scuse sul fatto di non essere in possesso della valigia con i soldi ma scaricando la colpa su altro giocatore. Dovremo avvalorare la nostra tesi giocando carte Luogo/oggetto dette “scuse“.

Potremo essere interrotti nel nostro “racconto” qualora pronunciassimo parole presenti in carte altrui.

Nel caso le scuse diventassero “arrampicate sugli specchi” il Boss potrà decidere di cementarci a prescindere se eravamo i possessori del malloppo.

Solo nel caso lo fossimo stati il Boss vince. Altrimenti vincono il possessore della valigia e il rispettivo protetto.

Materiali e considerazione finale :

il gioco propone esclusivamente carte, ma i disegni sono ben realizzati e colorati.

Come tutti i giochi di narrazione, anche Si, Oscuro Padrino! pretende che il gruppo di gioco sia adeguato. Abili parlatori e gente poco timida potranno farla da padrone e sovrastare i più timidi.

Il Boss ha pieni poteri, se crede che una scusa non stia in piedi avrà sempre ragione. Comunque il titolo regala momenti divertenti nel vedere gli altri inventare storie strampalate. L’alto numero di giocatori supportati lo rende un bel party dove non esiste il fatto “eliminazione” : quando avviene il gioco termina 🙂

VOTO :

Le foto sono state caricate dagli utenti di Boardgamegeek su boardgamegeek.com e possono non riferirsi all’edizione posseduta nella mia collezione. Tutti i diritti di queste sono riservati ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.