Recensione #83 : Twister

TWISTER

Da 2 a 4 giocatori del 1966 da 10 minuti

Età consigliata da 7+

Designer: Chuck Foley, Reyn Guyer, Neil W. Rabens

Publisher: Hasbro

Contenuto:

  • 1 tappeto con illustrazioni
  • 1 quadrante con lancetta da “schiccherare”

 

 

 

Panoramica e descrizione in breve :

Il gioco parte da lontano, ne vediamo foto datata tratta da uno show americano.

 

Steso a terra il tappeto, con stampati ventiquattro cerchi di quattro colori diversi, i giocatori vi si posizionano in piedi.

Una persona farà da arbitro e non parteciperà attivamente al gioco. Lo stesso farà muovere, colpendola con una “schicchera”, la lancetta del twister e dipendentemente dal risultato, dirà al giocatore adeguato di posizionare una sua specifica mano o piede su un cerchio di un determinato colore. Questo senza però spostare gli altri arti posizionati a seguito di passati comandi.

Con il passare dei turni, i giocatori assumeranno posizioni davvero scomode, equivocabili (eheheh) e chi perde l’equilibrio, toccando il tappeto con altre parti del corpo o spostandosi dai cerchi sui quali deve sostare sarà eliminato. L’ultimo a restare in equilibrio sarà il vincitore.

 

Materiali:

Che vogliamo dire, il tappeto in nilon pretende che i partecipanti siano privi di scarpe (possibilmente con i calzini addosso però) ed il twister in cartone non deve subire particolari manipolazioni che rischierebbero di romperlo.

Considerazione finale :

Il gioco presenta delle versioni interessanti come quella su piumone del letto :

E’ un Party Game, in quanto crea convivio e divertimento spensierato pur supportando un numero basso di partecipanti.

Il fatto che uno debba, in fin dei conti, “stare a guardare” e che sia un gioco “ad eliminazione” non me lo fa piacere a pieno e quindi non supera a mio avviso la sufficienza.

Certo però che resta particolarmente simpatico!

VOTO :

Le foto sono state caricate dagli utenti di Boardgamegeek su boardgamegeek.com e possono non riferirsi all’edizione posseduta nella mia collezione. Tutti i diritti di queste sono riservati ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.