Recensione #79 : Mamma mia!

MAMMA MIA!

Da 2 a 5 giocatori del 1999 da 30 minuti

Età consigliata da 9

Designer: Uwe Rosenberg

Publisher: dV Giochi

Contenuto:

180 Carte divise in ingredienti (6 tipi) e ordinazioni

Regolamento e descrizione in breve :

Dotiamoci di buona memoria e affidiamoci alla nostra buona sorte. Questa volta saremo pizzaioli intenti a rispettare gli ingredienti per le nostre ordinazioni sfornando pizze come se non ci fosse un domani.

Pescate sei carte ingrediente ciascuno e la prima del proprio mazzo coperto ordinazioni divisi per colore : cameriere, il gioco si svolge a turni per tre round. L’ultimo turno di ogni round è dato dalla pesca di una carta di “fine turno” mescolata nel mazzo ingredienti ad inizio round.

Il mazzo ingredienti coperto rappresenta la dispensa.

Nel proprio turno il giocatore è obbligato a giocare almeno una carta ingrediente scoperta al centro del tavolo, formando così un mazzo: il forno. Può giocare anche più carte ingrediente purché del medesimo tipo. Dovrà farlo annunciando a voce medio alta numero e tipo di ingrediente, ad esempio “3 gamberetti!” oppure “un fungo!”.

Poi, a sua discrezione, può giocare scoperta (nel forno sopra gli ingredienti) una carta ordinazione dalla propria mano.

Il giocatore riporta a sette il numero di carte nella propria mano pescandole da solo uno dei due mazzi a scelta tra dispensa o proprio cameriere.

Terminato il round si prende il mazzo forno e lo rigiriamo scoprendo una per una le carte che lo compongono formando mazzetti di ingredienti uguali. Non appena si pesca una carta ordinazione, si controlla se vi sono tanti ingredienti per completarla. In caso positivo la stessa viene collezionata da chi l’ha giocata e gli ingredienti rimescolati in dispensa, altrimenti torna in fondo al cameriere relativo e si continua a svelare le carte forno.

Dopo 3 sfornate chi ha collezionato più pizze sarà il vincitore, in caso di parità chi avrà in mano più ingredienti.

Materiali:

Son solo carte e di fattura medio buona. Io le ho imbustate tutte perché il mescolamento delle stesse è frequente anche in partita. La mia è la versione Plus, con 6 ingredienti, la possibilità di arrivare a 6 giocatori e la scatoletta in metallo che mal contiene le carte se imbustate.

Considerazione finale :

Il gioco è abbastanza “caciarone”, occorre disporre di buona memoria, ma in diversi giocatori non sarà facile tenere a mente gli ingredienti utili restanti. Il gioco si svolge velocemente a meno di giocatori che stiano molto a riflettere e tentare di ricordare.

A parte il fatto che un ingrediente è l’ananas… ok nella pizza uno ci mette ciò che vuole ma insomma!

A fine partita un certo languorino busserà allo stomaco.

VOTO : 6,5 

Le foto sono state caricate dagli utenti di Boardgamegeek su boardgamegeek.com e possono non riferirsi all’edizione posseduta nella mia collezione. Tutti i diritti di queste sono riservati ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.