Recensione #61 : Loony Quest

LOONY QUEST

Da 2 a 5 giocatori del 2015 da 30 minuti

Età consigliata da 10

Designer: Laurent Escoffier, David Franck

Publisher: Libellud

Regolamento e descrizione in breve :

Scelto un mondo tra quelli disponibili, andremo ad affrontarne gli schemi che lo compongono. Poniamo pertanto sulla medesima scatola che fungerà da plancia, il primo schema per il primo round. Poi seguiranno gli altri fino al Boss finale.

Lo stesso schema ci imporrà delle azioni da compiere. Queste saranno da attuare con un pennarello nero sul proprio foglio di lucido entro un determinato tempo. Terminato, sovrapporremo il lucido sopra lo schema controllando quanti punti avremo totalizzato e se su quali bonus/malus ci siamo imbattuti.

Poniamo il nuovo schema, giriamo la scatola/plancia di 90 gradi e iniziamo  il nuovo turno. Così l’orientamento sarà diverso ogni volta non aiutando nessun giocatore in particolare.

Sarà possibile giocare bastardate agli avversari o utilizzare dei bonus per migliorare il proprio rendimento.
Materiali:

Ottimi, anche laddove i pennarelli si esaurissero potremo comprarne purché non indelebili!

I lucidi sono lavabili con straccio e pulivetro : tornano come nuovi. Le immagini sono molto carine e sembra di vivere un videogioco.

Considerazione finale :

Ok “per bambini” ma non poi così piccoli : alcuni schemi non sono facilissimi e potrebbero far arrabbiare non poco i più piccoli.

La longevità è garantita perché anche con molta esperienza non è un gioco di “memoria”.

La scatola che funge da plancia e da segnapunti è un valore aggiunto.

VOTO :

Le foto sono state caricate dagli utenti di Boardgamegeek su boardgamegeek.com e possono non riferirsi all’edizione posseduta nella mia collezione. Tutti i diritti di queste sono riservati ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.